Freeforumzone mobile

DOSSIER SITCHIN - 1a parte

  • Posts
  • Artorius80
    00 7/29/2008 1:26 PM
    Nuove analisi mettono in dubbio Sitchin e il caso Nibiru

    DOSSIER SITCHIN

    Nuove analisi mettono in dubbio Sitchin e il caso Nibiru

    di Enrico Baccarini ©

     

    Ho condotto, negli ultimi tempi, qualche ricerca su Zecharia Sitchin come ricorderete anche dalle ricerche di alcuni amici pubblicate lo scorso 2 Agosto su questo sito. Dal materiale acquisito, neanche io pensavo così tanto, sono emersi molti spunti di riflessione e numerosi contatti telematici oltre Italia che mi hanno permesso di approfondire andora di più le origini e la formazione di questo personaggio. Il lavoro che ne è scaturito, e che quì presento nelle sue linee principali, ribalta ampiamente l'aura di intoccabilità e di rigorosità che Sitchin sembra aver mantenuto fino ai giorni più recenti. Ne esce un personaggio alquanto diverso che, con rispetto parlando, sembra essersi votato più a taluni interessi concreti che ad analisi testuali e semantico-filologiche coerenti.

    Zecharia Sitchin


    Come molti, quando lessi per le prime volte i Suoi libri, mi formai l'idea che questo personaggio fosse un luminare nel suo campo, una voce accademica fuori dal coro che si fosse fatta latrice di una linea di indagine difficile quanto interessante. Nel tempo però, aumentando la mia formazione e attraverso numerosi contatti, mutai il mio atteggiamento iniziando a sedimentare domande e dubbi su molte delle sue teorie. Tengo a precisare che quanto presenterò successivamente non costituisce assolutamente una crociata contro fenomeni che studio e mi affascinano ormai da oltre quindici anni come anche non deve essere presa come una crociata diretta contro lo stesso Sitchin. Si tratta, in realtà, o almeno vorrebbe essere tale, di una demistificazione di quel castello originatosi negli anni e mai pienamente verificato o analizzato con la debita profondità.

    Dopo il tedesco Erich Von Däniken, Zecharia Sitchin, costituisce uno dei più noti nomi della paleoastronautica mondiale. Osannato da molti come una delle poche fonti inattaccabili dalla scienza ufficiale, la sua fama si origina da una rilettura e traduzione di antiche tavolette sumeriche, i cui contenuti narrerebbero di interventi alieni nell'antichità tesi a creare una nuova specie biologica, quella umana, in grado di servire come utile strumento per i loro fini e interessi. In una parola da schiavi!

    Fin dagli inizi, incuriosito dal personaggio Sitchin, lessi e cercai attentamente note bibliografiche che mi potessero confermare il background formativo che 'chiaramente' poteva evincersi da molti suoi testi. Nel retro copertina di un suo volume del '95 si può leggere (traduco dall'inglese):
     

    Zecharia Sitchin e' nato in Russia ed e' cresciuto in Palestina, dove ha sviluppato una profonda conoscenza della lingua ebraica antica e moderna e di altre lingue semitiche. Ha ottenuto un diploma all'universita' di Londra. Appartiene al ristretto gruppo di orientalisti dei nostri giorni che riescono a leggere le tavolette d'argilla Sumeriche...

    Rimasi colpito nel leggere che la formazione palestinese si riferiva a un : "...ha sviluppato una profonda conoscenza della lingua ebraica antica e moderna e di altre lingue semitiche", che mi suonava tanto una parafrasi per dire che tali conoscenze erano state acquisite in modo autodidatta. Niente di male, molti autodidatti hanno modificato la storia o la scienza stessa per le scoperte o invenzioni che hanno effettuato. Conosco molti professionisti che, spinti dalla passione per l'antico Egitto, si sono imparati l'egiziano e oggi, in alcuni casi, collaborano con egittologi italiani di notevole caratura. Le lingue semitiche sono nettamente più complesse ma ciò non toglie la meritoria voglia di essersi studiato una linqua tanto morta quanto difficile. Il problema nasce quando a fianco di tale acquisizione linguistica non si segua, di pari passo, una acquisizione culturale del periodo di studio in oggetto. E questo sarà proprio uno dei problemi in cui troveremo ad inbatterci nelle prossime pagine.

    Nel retro di copertina dell'edizione dell'86 di The 12th Planet (Il pianeta degli Dei o Il dodicesimo pianeta, nella sua prima edizione italiana delle Mediterranee) troviamo altresì scritto:
     

    Zecharia Sitchin e' nato in Russia ed e' cresciuto in Palestina, dove ha sviluppato una profonda conoscenza della lingua ebraica antica e moderne e di altre lingue semitiche. Dopo i suoi studi alla London School of Echonomics a lavorato per molti anni come giornalista...

    CONTINUA ...

  • lucarusso
    00 7/29/2008 8:09 PM
    Molto interessante, attendo il seguito con ansia. [SM=g27985]
  • Artorius80
    00 7/29/2008 10:43 PM
    ti ringrazio, la seconda (ma non ultima) parte la sto ancora elaborando essendo assai più complessa!!!
    quanto prima vi avvertirò degli aggiornamenti ma qualsiasi consiglio o anche critica sarà come sempre ben accetta.

    Enrico
  • OFFLINE
    Halav
    Post: 28
    Location: VIGONZA
    Age: 43
    Gender: Male
    00 9/4/2008 6:01 PM
    Re: Nuove analisi mettono in dubbio Sitchin e il caso Nibiru
    Artorius80, 29/07/2008 13.26:

    DOSSIER SITCHIN

    Nuove analisi mettono in dubbio Sitchin e il caso Nibiru

    di Enrico Baccarini ©

     

    Ho condotto, negli ultimi tempi, qualche ricerca su Zecharia Sitchin come ricorderete anche dalle ricerche di alcuni amici pubblicate lo scorso 2 Agosto su questo sito. Dal materiale acquisito, neanche io pensavo così tanto, sono emersi molti spunti di riflessione e numerosi contatti telematici oltre Italia che mi hanno permesso di approfondire andora di più le origini e la formazione di questo personaggio. Il lavoro che ne è scaturito, e che quì presento nelle sue linee principali, ribalta ampiamente l'aura di intoccabilità e di rigorosità che Sitchin sembra aver mantenuto fino ai giorni più recenti. Ne esce un personaggio alquanto diverso che, con rispetto parlando, sembra essersi votato più a taluni interessi concreti che ad analisi testuali e semantico-filologiche coerenti.

    Zecharia Sitchin


    Come molti, quando lessi per le prime volte i Suoi libri, mi formai l'idea che questo personaggio fosse un luminare nel suo campo, una voce accademica fuori dal coro che si fosse fatta latrice di una linea di indagine difficile quanto interessante. Nel tempo però, aumentando la mia formazione e attraverso numerosi contatti, mutai il mio atteggiamento iniziando a sedimentare domande e dubbi su molte delle sue teorie. Tengo a precisare che quanto presenterò successivamente non costituisce assolutamente una crociata contro fenomeni che studio e mi affascinano ormai da oltre quindici anni come anche non deve essere presa come una crociata diretta contro lo stesso Sitchin. Si tratta, in realtà, o almeno vorrebbe essere tale, di una demistificazione di quel castello originatosi negli anni e mai pienamente verificato o analizzato con la debita profondità.

    Dopo il tedesco Erich Von Däniken, Zecharia Sitchin, costituisce uno dei più noti nomi della paleoastronautica mondiale. Osannato da molti come una delle poche fonti inattaccabili dalla scienza ufficiale, la sua fama si origina da una rilettura e traduzione di antiche tavolette sumeriche, i cui contenuti narrerebbero di interventi alieni nell'antichità tesi a creare una nuova specie biologica, quella umana, in grado di servire come utile strumento per i loro fini e interessi. In una parola da schiavi!

    Fin dagli inizi, incuriosito dal personaggio Sitchin, lessi e cercai attentamente note bibliografiche che mi potessero confermare il background formativo che 'chiaramente' poteva evincersi da molti suoi testi. Nel retro copertina di un suo volume del '95 si può leggere (traduco dall'inglese):
     

    Zecharia Sitchin e' nato in Russia ed e' cresciuto in Palestina, dove ha sviluppato una profonda conoscenza della lingua ebraica antica e moderna e di altre lingue semitiche. Ha ottenuto un diploma all'universita' di Londra. Appartiene al ristretto gruppo di orientalisti dei nostri giorni che riescono a leggere le tavolette d'argilla Sumeriche...

    Rimasi colpito nel leggere che la formazione palestinese si riferiva a un : "...ha sviluppato una profonda conoscenza della lingua ebraica antica e moderna e di altre lingue semitiche", che mi suonava tanto una parafrasi per dire che tali conoscenze erano state acquisite in modo autodidatta. Niente di male, molti autodidatti hanno modificato la storia o la scienza stessa per le scoperte o invenzioni che hanno effettuato. Conosco molti professionisti che, spinti dalla passione per l'antico Egitto, si sono imparati l'egiziano e oggi, in alcuni casi, collaborano con egittologi italiani di notevole caratura. Le lingue semitiche sono nettamente più complesse ma ciò non toglie la meritoria voglia di essersi studiato una linqua tanto morta quanto difficile. Il problema nasce quando a fianco di tale acquisizione linguistica non si segua, di pari passo, una acquisizione culturale del periodo di studio in oggetto. E questo sarà proprio uno dei problemi in cui troveremo ad inbatterci nelle prossime pagine.

    Nel retro di copertina dell'edizione dell'86 di The 12th Planet (Il pianeta degli Dei o Il dodicesimo pianeta, nella sua prima edizione italiana delle Mediterranee) troviamo altresì scritto:
     

    Zecharia Sitchin e' nato in Russia ed e' cresciuto in Palestina, dove ha sviluppato una profonda conoscenza della lingua ebraica antica e moderne e di altre lingue semitiche. Dopo i suoi studi alla London School of Echonomics a lavorato per molti anni come giornalista...

    CONTINUA ...




    Ti dico io come continua:


    School of Echonomics ? Ma non era un'universita' ?
    No, la "London School of Economics" e' un college associato all'universita' di londra, una scuola rispettabilissima, ma pur sempre un college.
    Qui Sitchin si sarebbe diplomato in "Economic History" (storia economica, piu' o meno...), un corso di studi che studia il periodo che va dal 1704 ai nostri giorni, il che (ai fini dell'argomento delle sue pubblicazioni) e' utile come una laurea in ingegneria dei materiali.
    Guardando il pelo sull'uovo, scopriamo che sitchin risultava iscritto alla scuola tra il 1938 ed il 1941, un tempo appena sufficiente a guadagnare un "bachelor", che e' (academicamente parlando) ancora meno importante di un diploma... e' il minor riconoscimento accademico riconosciuto dall'ordinamento scolastico britannico dell'epoca.
    L'ordine di importanza (da quanto ho capito) dovrebbe essere bachelor --->master--->diploma.
    Un'ultima parolina sugli "approfonditi studi delle lingue semitiche" svolti in palestina (lo sapevate che tutti gli attestati a riguardo sarebbero stati persi durante la guerra ?)... Sitchin e' nato nel 1920 (nel 21 secondo altre fonti) ed e' emigrato in inghilterra nel 37... quindi il suo corso di studi sulle lingue semitiche doveva gia ess]ere bello che finito per i suoi 17 anni ! Un vero ragazzo prodigio !



    Come lo so ?

    Perche' questo post lo ho scritto io quasi un anno fa.
    Le traduzioni dall'inglese le ho fatte io (poche righe per carita', nulla di cui vantarsi)...

    Non mi infastidisce il fatto che tu abbia citato certe parti, ma che te ne attribuisca il merito un po si, in tutta sincerita'.
    Addirittura hai riportato uguale uguale la frase prima del primo quote...


    EDIT: e giusto per dare a cesare quel che e' di cesare, la fonte della mia ricerca e' il sito www.sitchiniswrong.com/, di Michael Heiser.
    [Edited by Halav 9/4/2008 7:01 PM]
  • Artorius80
    00 9/5/2008 9:55 AM
    Caro Halav,
    anzitutto ben arrivato. Nessuno si attribuisce il merito di niente, ne nessuno ha copiato niente.  
    Il materiale è quello e disponiamo tutti delle stesse fonti tanto per quanto riguarda i libri pubblicati in cartaceo quanto per i siti internet e gli studi pubblicati nella rete. Il pezzo scritto è a malapena una bozza in lavorazione, direi più un abbozzo per delimitare dei campi di studio per un futuro articolo, in cui le informazioni riportate son quelle desumibili da tutte le fonti a disposizione. Come ogni studioso che voglia analizzare Sitchin si parte dalla sua biografia per poi passare alle sue cattive traduzioni di testi sumerici. Il fatto che tu scriva che tutto il post è copiato mi sembra grossa, tanto più che quel pezzo è sul sito di chi scrive da un anno e più!!! Nella sua versione online, una mera bozza, si delinea un inizio riscontrabile in molti siti anglofoni, han tutti 'copiato'???? Le  basi su cui partire son quelle, capisco si trattasse di ipotesi o intere paginate di testo, ma stiamo parlando di una comparazione tra due biografie oltretutto stampate in migliaia di copie da PIEMME e altri editori!!!
       

    Per analisi critiche su Sitchin si veda i seguenti link: 


  • Zecharia Sitchin's Ancient Astronaut Theories - A Skeptical Archive
  • Zecharia Sitchin's Errors: An Overview
  • Skeptic's Dictionary entry on Sitchin
  • "Fehler und Fehlinterpretationen Zecharia Sitchins" ("Mistakes and Misinterpretations of Zecharia Sitchin") (in German)
  • Michael S. Heiser on Sitchins theories
  • Zecharia Sitchin's World
  • Ian Lawton's Mesopotamia Papers
  • An Astronomer's View of the Akkadian Seal by Tom van Flandern
  • Sitchin's Sumerian Astronomy Challenged
[Edited by Artorius80 9/5/2008 10:24 AM]
  • OFFLINE
    Halav
    Post: 28
    Location: VIGONZA
    Age: 43
    Gender: Male
    00 9/5/2008 11:21 AM
    Re:
    Artorius80, 05/09/2008 9.55:

    Caro Halav,
    anzitutto ben arrivato. Nessuno si attribuisce il merito di niente, ne nessuno ha copiato niente.  
    Il materiale è quello e disponiamo tutti delle stesse fonti tanto per quanto riguarda i libri pubblicati in cartaceo quanto per i siti internet e gli studi pubblicati nella rete. Il pezzo scritto è a malapena una bozza in lavorazione, direi più un abbozzo per delimitare dei campi di studio per un futuro articolo, in cui le informazioni riportate son quelle desumibili da tutte le fonti a disposizione. Come ogni studioso che voglia analizzare Sitchin si parte dalla sua biografia per poi passare alle sue cattive traduzioni di testi sumerici. Il fatto che tu scriva che tutto il post è copiato mi sembra grossa, tanto più che quel pezzo è sul sito di chi scrive da un anno e più!!! Nella sua versione online, una mera bozza, si delinea un inizio riscontrabile in molti siti anglofoni, han tutti 'copiato'???? Le  basi su cui partire son quelle, capisco si trattasse di ipotesi o intere paginate di testo, ma stiamo parlando di una comparazione tra due biografie oltretutto stampate in migliaia di copie da PIEMME e altri editori!!!
       



    Ciao Enrico

    Ammetto che ci sono andato un po pesante con il post precedente, ma credo che mi capirai...
    Mi sono iscritto, ho passato il link ad un amico via messenger e dopo 10 minuti questo mi scrive e mi linka il tuo post dicendo "ti viene in mente niente ? Guarda i quote"...

    Io non ho scritto che TUTTO l'articolo e' copiato, ho anche detto che io stesso ho "citato" (uso il termine come viene usato in Dylan Dog [SM=g27988] ) Michael Heiser, reale autore del pezzo che ho tradotto.

    Quando dicevo "copiato" mi riferivo UNICAMENTE alle traduzioni, che sono farina del mio sacco (non che ci volesse molto eh, tutto il resto, come hop gia scritto, e' farina del sacco di heiser... e nb, mi sto riferendo al MIO post)

    In particolare, la parte "incriminata" ora non si trova piu' sul sito di heiser, ma ne ho trovato una copia su un sito tedesco, a questo link:

    doernenburg.alien.de/alternativ/pyramide/pyr06_e.php

    Anch'io all'epoca feci lo stesso lavoro, cercai su parecchi siti e libri... e in parte mi appoggiai anche a quello che (almeno secondo me) era semplicemente logico, poi abbandonai il tutto scoraggiato dal fatto che le persone che mi contestavano si appoggiavano semplicemente alla loro fede sfrenata in quello che per loro era il fulcro della loro visione della storia... io esponevo un argomentom,, loro ribattevano, io ribattevo nuovamente e loro concludevano con gli immancabili "ottuso accademico, hai il paraocchi ecc..." addirittura via pm mi dicevano che potevo dire A QUELLI CHE MI PAGANO che "certi mezzucci con loro non attaccano" -_-'.

    Di fronte a certe affermazioni mi sono caduti... gli spunti per continuare.

    Ti auguro di avere piu' fortuna.




  • Artorius80
    00 9/5/2008 12:54 PM
    Re: Re:
    Caro Halav,
    nessun problema. Anche io attinsi al sito di Michael Heiser e da altri che riportavano, più o meno, le stesse informazioni. Ricontrollai il tutto nelle versioni, cartacee italiane, e così iniziai al lavorare alacremente, lavoro che mi impegna ancora oggi ma che non ho ancora pubblicato.
    Ho incontrato anche io molte diffidenze o contestazioni da diversi studiosi e appassionati, alcuni anche amici che benevolmente mi dicevano che ero in 'errore'. Nessuno ha, ovviamente, la verità infusa il Nostro lavoro è solo quello di cercare di far chiarezza su una tematica molto affascinante quanto, sicuramente, viziata per diversi errori commessi da Sitchin e non solo. Il tutto, nel tempo, è diventato poi un fenomeno di cultura di massa nonchè un fenomeno mediatico e speculativo di non piccole proporzioni.

    Mi piacerebbe se potessimo continuare ASSIEME questi studi. Ti andrebbe?

    Per aggiungere nuove informazioni ti consiglio di leggerti questi due studi di due amici del CUN che la pensano come Noi: [SM=g27988]

    - Prof. Stefano Breccia, L'improbabile Nibiru.
    - Ing. Carlo Bolla, Questioni Celesti, che approfondisce e confuta molte delle parti Astronomica delle teorie di Zecharia Sitchin, mai verificate con metodo analitico.

    Attendo tuoi riscontri

    Cari saluti

    Enrico




    [Edited by Artorius80 9/5/2008 12:55 PM]
  • OFFLINE
    Halav
    Post: 28
    Location: VIGONZA
    Age: 43
    Gender: Male
    00 9/5/2008 1:37 PM
    Eccomi qua, con la pancia piena [SM=g27987]

    Purtroppo non ho piu' la documentazione che avevo all'epoca, per cui di seguito ti riporto quanto ho scritto su cose nascoste ed un paio di link a siti o files che mi hanno aiutato nella ricerca, sperando ti possano essere utili.

    Errori di Traduzione

    Sitchin e la legge di Bode


    Il cilindro va 243, tratto da Altrogiornale

    Le immagini su altrogiornale non si visualizzano, per cui ti riporto anche il link al file pdf origiale di Heiser

    La nascita del sistema solare secondo sitchin

    Infine a questo link trovi un file in pdf che dimostra matematicamente l'impossibilita' dell'esistenza di un pianeta come il Nibiru descritto da sitchin.
    Lo stesso file, sempre in termini matematici , tratta anche la presunta sonda vaticana "Siloe", dimostrando che matematicamente una missione del genere e' impossibile.


    [Edited by Halav 9/5/2008 1:38 PM]
  • OFFLINE
    ENRICOPENNAZZA
    Post: 33
    Location: ALBANO LAZIALE
    Age: 42
    Gender: Male
    00 9/5/2008 9:26 PM
    andrò fuori topic e mi dispiace
    però volevo solo complimentarmi con Enrico (artorius) e Halav per il modo in cui si sono venuti incontro e hanno cercato e trovato una collaborazione sicuramente costruttiva per loro due, quanto per noi che leggiamo... [SM=g27985]
    Mi piacerebbe che molti altri ricercatori spianassero alcune divergenze che divide l'Ufologia odierna e trovassero un modo altrettanto costruttivo per lavorare insieme come hanno fatto loro due...
    Salutoni e buon lavoro
  • Artorius80
    00 9/5/2008 11:26 PM
    Re:
    ENRICOPENNAZZA, 05/09/2008 21.26:

    andrò fuori topic e mi dispiace
    però volevo solo complimentarmi con Enrico (artorius) e Halav per il modo in cui si sono venuti incontro e hanno cercato e trovato una collaborazione sicuramente costruttiva per loro due, quanto per noi che leggiamo... [SM=g27985]
    Mi piacerebbe che molti altri ricercatori spianassero alcune divergenze che divide l'Ufologia odierna e trovassero un modo altrettanto costruttivo per lavorare insieme come hanno fatto loro due...
    Salutoni e buon lavoro



    Grazie Enrico,
    il confronto e il dialogo su qualsiasi posizione si pongano devono essere costruttivi e propositivi. Ringrazio Halav per le modalità con cui ha voluto instaurare il nostro confronto e mi complimento di cuore con lui per essere stato uno dei primi in Italia ad affrontare un argomento tanto ostico quanto affascinante. [SM=g28002]
  • ufopsi.com
    00 9/15/2008 9:10 PM
    Aspettavo da tempo un articolo come questo, Enrico. Era ora di ridimensionare le ipotesi di Sitchin. Bravo!
  • lucarusso
    00 2/8/2009 4:00 PM
    Ho trovato quest'articolo al riguardo complottiamo.blogspot.com/2008/12/sitchin-e-la-cospirazione-dei-malef...
    inoltre qui
    www.sitchiniswrong.com/sitchiniswrongcontentpage.htm
    c'è uno studio serio in inglese.
  • OFFLINE
    acebear
    Post: 698
    Location: ROMA
    Age: 52
    Gender: Male
    00 2/8/2009 8:06 PM
    Re:
    ENRICOPENNAZZA, 05/09/2008 21.26:

    andrò fuori topic e mi dispiace
    però volevo solo complimentarmi con Enrico (artorius) e Halav per il modo in cui si sono venuti incontro e hanno cercato e trovato una collaborazione sicuramente costruttiva per loro due, quanto per noi che leggiamo... [SM=g27985]
    Mi piacerebbe che molti altri ricercatori spianassero alcune divergenze che divide l'Ufologia odierna e trovassero un modo altrettanto costruttivo per lavorare insieme come hanno fatto loro due...
    Salutoni e buon lavoro



    Quoto totalmente, e sottoscrivo!! [SM=g28002] Bravi!


    "Un essere umano è parte di un tutto che chiamiamo "universo", una parte limitata nel tempo e nello spazio.
    Sperimenta sé stesso, i pensieri e le sensazioni come qualcosa di separato dal resto, in quella che è una specie di illusione ottica della coscienza.
    Questa illusione è una sorte di prigione che ci limita ai nostri desideri personali e all'affetto per le poche persone che ci sono più vicine.
    Il nostro compito è quello di liberarci da questa prigione, allargando in centri concentrici la nostra compassione per abbracciare tutte le creature viventi e tutta la natura nella sua bellezza."
    Albert Einstein
  • OFFLINE
    Robertord82
    Post: 198
    Location: SANT'ANGELO IN LIZZOLA
    Age: 38
    Gender: Male
    00 2/9/2009 8:32 PM
    Re:
    ENRICOPENNAZZA, 05/09/2008 21.26:

    andrò fuori topic e mi dispiace
    però volevo solo complimentarmi con Enrico (artorius) e Halav per il modo in cui si sono venuti incontro e hanno cercato e trovato una collaborazione sicuramente costruttiva per loro due, quanto per noi che leggiamo... [SM=g27985]
    Mi piacerebbe che molti altri ricercatori spianassero alcune divergenze che divide l'Ufologia odierna e trovassero un modo altrettanto costruttivo per lavorare insieme come hanno fatto loro due...
    Salutoni e buon lavoro



    eppure c'è gente che va dire in giro che noi del CUN non facciamo altro che litigare fra di noi e che di concreto non riusciamo a tirare fuori niente di niente.

    Complimenti ragazzi siete stati degni di nota!!! [SM=g8920] [SM=g8920] [SM=g8945]


    Pensare che siamo soli nell'universo è una teoria da egoisti
  • Interessato74
    00 5/7/2011 8:34 PM
    Grazie a tutti per aver demistificato una cretinata insoffribile. [SM=g8920] [SM=g8945] [SM=g8861] [SM=g8322]

    Purtroppo questo non basterà a collocare le teorie di Sichtin dove dovrebbero:

    [SM=g8290]

    Anzi, noto che dopo due anni si annunaka ancora a tutto spiano, come se i dati storico-linguistici e biografici fossero un'opinione...

    [SM=g27992]
    [Edited by Interessato74 5/7/2011 8:35 PM]
  • OFFLINE
    Bylly49
    Post: 120
    Location: ALBA
    Age: 71
    Gender: Male
    00 5/9/2011 9:06 PM
    A proposito di Sitchim
    Sto leggendo in questi giorni "il libro che cambierà per sempre le nostre idee sulla bibbia" di Mauro Biglino. Lo trovo abbastanza interessante,anche se ingloba alcune delle deduzioni di Sitchim. Non credo del resto sia facile,perlando di lingue arcaiche,non avere dei dubbi semantici,sulla stessa natura delle parole. Già mi ricordo le difficoltà interpretative che si presentavano, al tempo del liceo, su certe versioni di greco e di latino, figuriamoci le difficoltà anche semiologiche quando si tratti di interpetrare lingue arcaiche tipo il cuneiforme,i geroglifici, ad esempio.
  • Interessato74
    00 5/10/2011 12:21 AM
    Le interpretazioni di Sichtin sono di fatto improponibili. Tanto quanto quelle di Omero nel Baltico e di Dante templare partito per Thule. Sono paccottiglia.
  • OFFLINE
    giesse74
    Post: 48
    Location: MILANO
    Age: 46
    Gender: Male
    00 5/19/2011 12:09 PM
    io ho una mente aperta, ma..
    Non c'è uno straccio di bibliografia nei suoi libri, ogni prova è presentata senza riferimenti, e non è un archeologo.

    mi sembra abbastanza per definire sitchin un ciarlatano.

    l'idea che i miti abbiano una natura storica e forse una connessione con visitatori di altri mondi per me non è assurda, anzi è molto logica se vogliamo... ma sitchin non ha le carte in regola.

    alcune intuizioni forse sono brillanti, ma il metodo di esposizione è a dir poco farraginoso.

    meglio leggersi direttamente i rg.veda...
    [Edited by giesse74 5/19/2011 12:11 PM]
  • OFFLINE
    DeMultaNocte
    Post: 1,252
    Gender: Male
    00 5/19/2011 12:12 PM
    Re:
    giesse74, 19/05/2011 12.09:

    io ho una mente aperta, ma..
    Non c'è uno straccio di bibliografia nei suoi libri, ogni prova è presentata senza riferimenti, e non è un archeologo.

    mi sembra abbastanza per definire sitchin un ciarlatano.

    l'idea che i miti abbiano una natura storica e forse una connessione con visitatori di altri mondi per me non è assurda, anzi è molto logica se vogliamo... ma sitchin non ha le carte in regola.

    alcune intuizioni forse sono giuste, ma il metodo di esposizione è a dir poco farraginoso.




    Andiamo piano con le parole. Grazie. tra l'altro Sitchin è deceduto quindi non può intervenire per difendersi dalle tue "accuse".
    Diciamo che la sua bibliografia è carente e che per tal motivo non ritieni attendibili le sue conclusioni, va bene?


    Socio CUN Roma

  • OFFLINE
    giesse74
    Post: 48
    Location: MILANO
    Age: 46
    Gender: Male
    00 5/19/2011 2:34 PM
    andiamo piano con le parole?
    mica ho usato turpiloquio.

    dico solo che il mio personale giudizio è che sia un ciarlatano.
    Insomma ho letto cose più convincenti, qui mancano i requisiti minimi di una ricerca: fonti, riferimenti, bibliografia. Tutto campato in aria.
    ho letto 2 libri di questo signore e non c'è una singola pagina che offra al lettore la possibilità di approfondire e documentarsi.

    le teorie vanno documentate e dimostrate, altrimenti sono fandonie per vendere libri.
    e le credenziali di questo Sitchin sono tutt'altro che serie.

    il sospetto è lecito.

    se traduttori accreditati hanno detto che i libri di sitchin sono pieni di forzature ed errori, insomma tendo a credere di più a chi ha una laurea in lingue antiche piuttosto che allo studioso autodidatta.
    [Edited by giesse74 5/19/2011 3:01 PM]
  • 1 / 2

    Passa alla versione desktop