Previous page | 1 | Next page

Al via l' annuale simposio di San Marino 2015 sugli UFO e lo Spazio

Last Update: 5/31/2015 2:18 AM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 6,057
Location: MILANO
Age: 53
Gender: Male
5/13/2015 12:37 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Qui il programma
30 e 31 maggio a San Marino



Alfredo Benni - Consigliere Nazionale
Coordinatore CUN Lombardia

Mai litigare con uno stupido. Un passante potrebbe non capire la differenza tra te e lui.

www.cun-veneto.it - http://cunnetwork.freeforumzone.leonardo.it/
"Procediamo a zig zag verso un futuro luminoso (Mao Tsetung)"
OFFLINE
Post: 83
Location: FIRENZE
Age: 77
Gender: Male
5/31/2015 2:14 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Comunicato stampa
COMUNICATO STAMPA / PRESS RELEASE

A SAN MARINO 50 ANNI DI RICERCA SUGLI EXTRATERRESTRI E GLI UFO

Il prossimo week end vedrà convergere sul Monte Titano esperti e appassionati da tutta Italia e non solo per l’annuale incontro sugli enigmi dell’universo. Con il patrocinio corale di ben quattro Segreterie di Stato (Esteri, Cultura, Ambiente e Turismo) e in collaborazione con l’Ufficio del Turismo della Repubblica di San Marino, il giornalista aerospaziale Roberto Pinotti coordina per la ventitreesima volta per il Centro Ufologico Nazionale (CUN) italiano e nel suo cinquantennale il tradizionale “doppio simposio” sull’Esplorazione dello Spazio e la Vita nel Cosmo da un lato e gli UFO e i Fenomeni Connessi dall’altro. I temi del 2015 sono di particolare appeal: “L’impatto del contatto alieno” a “Dagli UFO crashes al’esodiplomazia” gettano infatti sul tappeto problematiche inquietanti e tutt’altro che fantascientifiche.
Chi tipo di reazione avrebbe la nostra cultura di fronte ad un contatto alieno? Non c’è bisogno di dire che il mondo non sarebbe più lo stesso, ci conferma la scienza. E poiché, al di là di qualsiasi teorizzazione, il persistente enigma degli UFO evoca presenze extraterrestri sempre più vicine, è giusto affrontare sia il problema dei presunti UFO precipitati e recuperati da più di un Governo che quello della “esodiplomazia”. Come confrontarsi, cioè, con ET avanzati giunti fino a noi di fronte ai quali saremmo in condizioni di palese inferiorità?
Già due anni fa – visto che nessuno se ne era concretamente occupato fino a quel momento al di là del burocratico e puramente teorico approccio del SETI (Search for Extra-Terrestrial Research, l’organismo scientifico internazionale per la ricerca di civiltà aliene) - gli esperti del CUN – il più autorevole e serio organismo privato italiano di studi sulla questione e uno dei più accreditati del mondo – si sono così posti con lungimiranza il problema gettando le basi di veri e propri “Protocollli di contatto” atti a suggerire per il futuro, nel caso, i comportamenti più consoni.
Il “16° Simposio Mondiale sull’Esplorazione delle Spazio e la Vita nel Cosmo” si svolgerà la mattina di sabato 30 maggio, e dal pomeriggio si aprirà quindi il “23° Simposio Mondiale sugli Oggetti Volanti non Identificati e i Fenomeni Connessi” destinato a protrarsi per tutta la successiva giornata di domenica 31 maggio. Gli oratori (da Francia, Italia, Spagna, Svizzera e Bulgaria) non deluderanno certo il pubblico convenuto al Teatro Titano di San Marino Città.


OFFLINE
Post: 83
Location: FIRENZE
Age: 77
Gender: Male
5/31/2015 2:15 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Comunicato stampa
COMUNICATO STAMPA / PRESS RELEASE

SAN MARINO: STIMOLANTE DIBATTITO SUI CONTATTI EXTRATERRESTRI

Oggi, sotto l’egida di ben quattro Dicasteri dell’antica Repubblica (Esteri, Cultura, Turismo e Ambiente) e in collaborazione con l’Ufficio del Turismo, al Teatro Titano di San Marino Città si apre l’edizione 2015 dell’evento che ormai da 23 anni attira sul Titano appassionati da tutta Italia e oltre: il Simposio Mondiale sull’Esplorazione dello Spazio e la Vita nel Cosmo (nella mattinata) e, dal pomeriggio, il Simposio Mondiale sugli Oggetti Volanti Non Identificati e i Fenomeni Connessi (destinato a protrarsi per tutta la giornata di domani), entrambi coordinati dal giornalista aerospaziale Roberto Pinotti per il Centro Ufologico Nazionale (CUN) da lui fondato, con i suoi 50 anni di seria attività indicato come uno dei massimi organismi privati di studio del settore a livello mondiale.
Il Simposio sullo Spazio e la Vita del Cosmo vede l’apporto in teleconferenza dell’Ing. Alfredo Magenta che per le Nazioni Unite opera a Ginevra con la Commissione ONU per le Telecomunicazioni. E se dall’Italia gli apporti del Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Saludecio Gianfranco Lollino, di quello dell’astrofilo Silvio Eugeni portavoce del CNAI (Coordinamento Nazionale Astrolifi Indipendenti) e quello del biologo Patrizio Caini dell’Università di Firenze non possono non appassionare il pubblico dei non addetti ai lavori, di maggiore interesse resta indubbiamente l’intervento dello scienziato aerospaziale prof. Lachezar Filipov dell’Accademia delle Scienze della Bulgaria. Il tema degli Extraterrestri, cui gli accademici di Sofia stanno prestando particolare attenzione affrontandone con realismo i vari aspetti, si collega strettamente con il tema specifico del Simposio (L’impatto del contatto alieno), sviluppato in particolare a livello sociologico, in conclusione, da Roberto Pinotti. Quest’ultimo tema si raccorda strettamente con quello che domina, a partire dal pomeriggio, il Simposio sugli UFO e i Fenomeni Connessi: “Dagli UFO crashes all’esodiplomazia”, che spazia dal recupero di UFO precipitati per avaria al come impostare un futuro dialogo ufficiale con esseri alieni. Ecco dunque gli interventi del Presidente del CUN Vladimiro Bibolotti cui spetta illustrare i dati della casistica ufologica italiana raccolti a tutt’oggi dal Centro Ufologico Nazionale (con oltre 12 mila casi), dello scrittore e giornalista spagnolo Javier Sierra (autore del rapporto ROSWELL: SECRETO DE ESTADO), inquirente con Pinotti nel 1991 di una approfondita indagine europea sul famoso “UFO crash” americano che ultimamente ha fatto nuovamente parlare di sé con la presentazione in Messico di diapositive d’epoca: un caso controverso ma certo non risolutivo illustrato da Pier Giorgio Caria. Massimo Angelucci, responsabile del CUN per la Romagna, chiude la sessione pomeridiana con una relazione sulle installazioni militari segrete preposte, in rapporto con l’Intelligence USA, a occuparsi del tema degli UFO precipitati e recuperati negli Stati Uniti. Dopo cena, con i documentaristi Guido Ferrari dalla Svizzera e Pier Giorgio Caria, saranno proiettati importanti contributi filmati.
Ma la giornata “clou” del Simposio sarà comunque domani, quando Jean Gabriel Greslé dell’Associazione Aeronautica ed Astronautica Francese, affiancato da Pinotti, presenterà dei veri e propri documenti-bomba dagli USA, finora secretati. Vedere per credere…


OFFLINE
Post: 83
Location: FIRENZE
Age: 77
Gender: Male
5/31/2015 2:16 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Comunicato stampa
COMUNICATO STAMPA / PRESS RELEASE

SUL TITANO DOCUMENTI SEGRETI SU UFO PRECIPITATI E L’APPROCCIO ALLA DIPLOMAZIA ALIENA

In un affollato Teatro Titano di San Marino, riprendendo il discorso introdotto dai lavori apertisi ieri pomeriggio, i delegati da Francia, Italia, Spagna, Svizzera e Bulgaria animano oggi il secondo giorno dei lavori del 23° Simposio Mondiale sugli Oggetti Volanti Non Identificati e i Fenomeni Connessi che, sotto l’egida di quattro Dicasteri statali (Esteri, Cultura, Turismo e Ambiente), la collaborazione dell’Ufficio del Turismo e il coordinamento del giornalista aerospaziale Roberto Pinotti per il Centro Ufologico Nazionale (CUN) italiano nel cinquantennale della sua attività, affronta di petto la questione della “esodiplomazia” e degli UFO crashes, gli UFO precipitati per avaria: un tema che a livello mediatico è noto più che altro per il cosiddetto “incidente di Roswell” in New Mexico del 1947, che l’evidenza dei fatti indica ormai come il recupero di un velivolo extraterrestre pilotato. Resone edotto in sede NATO durante il suo servizio militare come ufficiale alla III Brigata Missili nel 1972, Roberto Pinotti ha svolto insieme allo spagnolo Javier Sierra un’inchiesta europea in loco nel 1991 confermando in toto tale scenario. Vanamente negato dalle Autorità USA per ragioni di sicurezza nazionale, l’episodio non è stato però in realtà l’unico. Già nel 1996 erano emersi documenti originali d’epoca poi fatti periziare dal CUN e da Pinotti e quindi autenticati, che mostrano già negli anni Trenta l’interesse del Governo Fascista a seguito di un analogo incidente in Italia e la conseguente creazione di un gruppo di studio- il “Gabinetto RS33” coordinato per ordine del Duce da Guglielmo Marconi – che si occupò segretamente dei “Velivoli Non Convenzionali”, gli UFO dell’Italia Littoria. Adesso, dopo ricerche negli archivi USA valendosi del Freedom Of Information Act (la Legge per la Libertà di Informazione), l’ex pilota militare francese Jean Gabriel Greslé, dell’Associazione Aeronautica ed Astronautica d’oltralpe, presenta dei documenti assolutamente eccezionali, coinvolgenti il Presidente Franklin Delano Roosewelt e non solo, e comprovanti altri recuperi a partire dalla “Battaglia di Los Angeles” del 1942, quando le batterie costiere USA abbatterono due UFO in California credendoli incursori giapponesi.
Tali recuperi, come i successivi, hanno consentito studi di “retroingegneria” che hanno comprensibilmente accelerato la tecnologia in USA. Il quadro che ne emerge è che gli Stati Uniti sono consapevoli della presenza di mezzi extraterrestri da 73 anni e ne tengono tuttora all’oscuro il mondo in nome del segreto di stato. L’ente governativo francese per lo studio degli UFO, operante dal 1977, lo aveva in realtà già affermato. Ma ora i dati di Greslé sono una vera bomba. Plaudono dalla Svizzera il CUSI elvetico e dalla Accademia delle Scienze della Bulgaria lo scienziato aerospaziale Lachezar Filipov, capofila dei ricercatori che anche da Sofia seguono la questione. Il Simposio si chiude affrontando il problema dei “Protocolli di Contatto” realizzati al CUN da Pinotti e da Paolo Guizzardi, presentati al Simposio nella loro stesura finale dal legale Manuel Paroletti. Anche se finora nessuno sembra curarsene, un futuro contatto a livello di “esodiplomazia” con i piloti extraterrestri degli UFO dovrà essere necessariamente contemplato. E dopo 50 anni di attività in cui ha raccolto ben 12 mila rapporti italiani sugli UFO, il CUN li ha realizzati nella massima professionalità. Piaccia o no, a tempo e luogo bisognerà che i vari Governi ne tengano conto.

OFFLINE
Post: 83
Location: FIRENZE
Age: 77
Gender: Male
5/31/2015 2:18 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ristampato. Lo trovate a San Marino !

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:49 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com
Facebook

Ci trovi anche su Ufo mystery.